Gestire rischi e opportunità con la certificazione ISO 9001

La norma ISO 9001 implementa un sistema di gestione della Qualità in azienda, è tra le norme più utilizzate al mondo, e tra quelle in grado di garantire una buona competitività sul mercato. È la stessa norma che al punto 0.3.3 statuisce che la corretta gestione dei rischi e delle opportunità presentati dall’ambiente circostante, rappresenta elemento essenziale per l’efficacia e l’efficienza di un sistema di gestione della qualità.

Questo tipo di approccio consente di migliorare i risultati e di prevenire potenziali effetti negativi. Nel paragrafo 0.1 della certificazione ISO 9001 viene spiegato come un atteggiamento attento all’individuazione dei rischi e delle opportunità consente la determinazione di quei fattori che influiscono i processi del sistema qualità, facendoli deviare dai risultati attesi. Prevenire deviazioni di questo genere consente di avviare in tempo i necessari controlli di prevenzione, che a loro volta, saranno in grado di minimizzare se non annullare completamente gli effetti negativi potenziali sfruttando al meglio le opportunità.

Il concetto di gestione dei rischi e delle opportunità rappresenta l’aspetto più importante tra le novità introdotte nello Standard ISO 9001:2015. All’interno della norma si contano Infatti ben 6 paragrafi che richiamano la corretta gestione dei rischi e delle opportunità, paragrafi qui sotto elencati:

  • paragrafo A.1
  • paragrafo 0.1
  • paragrafo 0.3.3
  • paragrafo 5.1.2
  • paragrafo 6.1
  • paragrafo 6.1.2

Ognuno di questi paragrafi sopra menzionati cita testualmente un riferimento ai rischi e alle opportunità. Si va dalla necessità di gestire i rischi e le opportunità associate al contesto di riferimento, al paragrafo 0.3.3 che specifica come un’azienda debba sempre pianificare e implementare le azioni necessarie per gestire i rischi e le opportunità. Questo tipo di approccio è una base utile per aumentare l’efficienza del sistema di gestione della qualità in quanto gli stessi possono avere delle relazioni dirette con la qualità dei prodotti e dei servizi sviluppati dall’azienda.

RISCHI E OPPORTUNITA’

La norma ISO 9001:2015 stabilisce un concetto fondamentale e cioè che il rischio non è altro che l’effetto dell’incertezza, e questa incertezza si può tradurre con effetti positivi o negativi. Le opportunità invece possono derivare come risultato di alcune condizioni favorevoli, o come risultato aggiuntivo ottenuto nel raggiungimento degli obiettivi prefissati. Un esempio più noto è quello dello sviluppo di nuovi prodotti, verificatosi con un aumento della domanda di mercato. La possibilità di diversificare la produzione aziendale in attesa delle positive risposte del mercato, si è rivelata una scelta (opportunità) azzeccata.

Affinché la gestione dei rischi e delle opportunità sia realmente efficace per l’azienda, bisognerà fare in modo che tale approccio sia:

  1. parte integrante della gestione
  2. acquisito dal personale aziendale a livello culturale e pratico
  3. ritagliato sul business dell’organizzazione

Solo considerando le opportunità come parti positive di un rischio si possono ottenere molti spunti per la loro gestione. non solo le organizzazioni grandi per dimensioni, ma anche quelle più piccole avranno sempre bisogno di un approccio strutturato e organizzato alla gestione dei rischi e delle opportunità. È utile gestire rischi e opportunità per mezzo dei processi interni, tanto che gli stessi devono essere individuati per mezzo di degli indicatori di processo.

Ogni rischio individuato deve essere valutato utilizzando tre parametri: quello della gravità, della probabilità di accadimento e possibilità di anticipare l’evento. In genere le cause e le concause di un rischio vanno ricercate all’interno del processo aziendale sotto indagine, mentre gli effetti del rischio si manifesteranno nell’ambiente esterno all’organizzazione.

LA FASE DELLA CERTIFICAZIONE ISO 9001

Per adottare un siffatto sistema basato sull’approccio è necessario ottenere più informazioni possibili, in quanto solo la piena conoscenza della situazione sopra giustificare le azioni decise. E’ solo dietro questa stretta correlazione tra informazioni ed azioni che queste ultime saranno in grado di individuare i rischi e di gestirli nella maniera migliore. Certificare un’organizzazione in conformità dello Standard Iso 9001 significa valutare non solo la piena rispondenza alla normativa in materia, ma anche il corretto approccio al binomio rischi/opportunità.